Monia Scarpelli

"Ho compreso, infine, che nel mezzo dell’inverno vi era in me un’invincibile estate."

"Ho compreso, infine, che nel mezzo dell’inverno vi era in me un’invincibile estate."

Il bozzolo che ruzzola….

Spread the love

Per lavoro ho la fortuna di occuparmi di persone e anche di prodotto: artigiani, mani che creano meraviglie, tecniche e processi produttivi che assomigliano più a un’alchimia, la magia tra chimica e natura.

Ecco, in questi giorni lavoravo su un progetto legato alla seta e riflettevo sui bachi che vengono usati nella produzione industriale; sono quelli che vivono un periodo di abbondanza quando vengono rimpinzati di foglie di gelso, ma restano bozzoli, vengono essiccati e…chi s’è visto s’è visto. La farfalla non nascerà mai e quello che per il baco è l’ultimo giorno di vita, bé lo è davvero.

Ok, direte voi e dove sta il messaggio positivo?

Dalle vasche, dai banchi, dai contenitori in cui i bozzoli vengono trasportati qualcuno rotola via, magari finisce in qualche cantuccio anche poco ospitale ed è lì che si salva.

Basta poco e la farfalla viene fuori, sale verso l’alto e trova lo spiraglio per uscire.

Per cui, se in qualche periodo della vita non si riesce proprio a correre o a camminare dritti, poco importa: a volte basta anche rotolare via. Poco elegante, ma molto efficace.

Quando poi ti alzerai in volo nessuno si ricorderà che quel volo è nato grazie a un ruzzolone.

P.S.: la produzione industriale della seta è un processo molto interessante, al di là di tutto!

P.P.S.: non sono un’amante delle farfalle; per la prossima volta cercherò qualcosa che riguarda scoiattoli, ippopotami o bradipi…. 🙂

 

Quando diventa più difficile soffrire che cambiare… cambierai.
(Robert Anthony De Mello)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *